Home

Nella declinazione contemporanea la cultura è visione. L’arte, la narrativa e la poesia non si apprezzano solo per il valore estetico o stilistico, ma soprattutto per il loro significato ontologico. Il messaggio che esprimono, le verità o i dubbi esistenziali che contengono. 

Per comprendere un’opera, o un libro, occorre riconoscere il codice comunicativo usato dall’autore e incrociarlo con la propria reazione interpretativa. Si stabilisce così una correlazione tra l’autore, l’opera e il fruitore. Allo stesso modo si possono incrociare tra loro i codici comunicativi dell’arte con quelli della scrittura.